Tu dove li nascondi i momenti felici?

dove li nascondi i momenti felici - foligno

Sappiamo raccontare dei periodi difficili, dell’ansia, della parte negativa della vita, ma dove la teniamo custodita la felicità?
Dove si nascondono i momenti felici? Tu dove li nascondi i momenti felici?

Per un lunghissimo periodo della mia vita la felicità non ho saputo riconsocerla, non ho saputo assaporarla.
La vedevo scorrere tra le mie dita senza riuscire mai a trattenerla per un secondo di più.

C’era sempre qualche nube scura dietro l’angolo, si nascondeva sempre qualcosa di più importante di cui parlare, di cui lamentarsi, da ascoltare. E piano piano quei momenti di serena felicità hanno iniziato a perdersi, a prendere una forma sempre più piccola, sempre più rara.

Come se la felicità fosse trascurabile, come se fosse passeggera e possiamo pensare di avere il lusso di lasciarla correre alla velocità della luce.
Perché non trattiamo il dolore allo stesso modo? Perché non lo lasciamo sparire con la stessa facilità?

La verità è che quando si tratta di felicità io non so come raccontarla, non so come raccontarmi.
Sono abituata a narrare degli sbatti, dei problemi, dei momenti neri, con quelli nuoto nel mio mare.
Ho paura di lasciar entrare qualcuno nei miei piccoli spazi felici, quelli in cui rido di gusto e mi sporco le mani di colore.

Mi sono recentemente resa conto di non saperla condividere la mia felicità, non senza sminuirla o lasciarla in mano agli altri.
La mia dottoressa una volta mi disse “lo vede quanto ci tiene a tenersi per sè i propri momenti felici? Li protegge con ogni fibra del suo corpo, ha paura che qualcuno gliela porti via?”

E ci ho riflettuto molto da quel giorno ed ho capito che è vero, che siamo dei gelosi custodi della nostra felicità.
Siamo circondati da problemi, da attimi di una tale bruttezza, siamo tutti stanchi corridori di una maratona verso il nulla, che non sappiamo più raccontarci le cose belle.
Abbiamo paura del giudizio, dell’occhio severo di un interlocutore, di perdere quell’attimo di serenità che la teniamo ben nascosta nei cassetti.

Quei cassetti pieni di sogni, attimi felici, momenti non raccontati, sorrisi non goduti, però, prima o poi si distruggeranno e ciò che ci resterà sarà il rimorso di non aver vissuto nulla come avresti voluto.

Goditela! Goditi le tue passioni senza vergogna, i concerti, i dipinti, le uscite con gli amici, goditi i momenti di leggerezza, i traguardi, quei momenti in cui ogni fibra del tuo corpo è felice.

In fondo non può farci così paura, Cosa c’è da nascondere?
Tu dove li nascondi i momenti felici? Da chi li proteggi davvero?